RSS

Archivi tag: capirossi

MOTEGI: lettura personale.

Sono d’accordo con Guido Meda, d’accordissimo, sul fatto che non è che una volta arrivati li in giappone, si diventi verdi fluorescenti, segno di contaminazione. Saranno gli anni a dimostrare (spero di cuore di no, con sonora toccata di ferro) se il giappone è contaminato o meno.

Sono esterrefatto in senso positivo, nel senso che sono rimasto a bocca aperta, da tutti quei giapponesi con la scritta “Thanks for coming in Japan!”, BELLISSIMO!!!

Non capisco Dovizioso. Quel Dovizioso che non mi faceva ne caldo ne freddo, quel Dovizioso che, in mancanza di Rossi e Simoncelli, tifavo perché italiano. Quel Dovizioso che ora dichiara 2 cose fondamentali, almeno per il week end di Motegi:
1 – “Simoncelli, Spies e Bautista sono piloti da copertina che a mala pena conoscono il profumo della vittoria.”
2 – “Peccato per la partenza, potevo giocarmi la vittoria.”

Le risposte a queste due domande sono state rispettivamente:
1 – Spies, caro il mio Dovi, in MotoGP, ha vinto quanto te!!! Bautista, avesse una moto competitiva, non so come sarebbe messo…
1bis – Simoncelli è già 2 gare che ti batte e in prova quasi sempre è andato meglio di te.
2 – Potevi giocarti la vittoria? Ok ci credo, ma quando c’era da giocarti il quarto posto, hai perso.

Rossi che cade dopo 25 secondi di gara e racconta la sua versione, secondo me giusta e che NON DA LA COLPA A NESSUNO, anzi dichiara:”Sono cose che capitano in gara”!! Non dice ca***te nemmeno quando è un’annata obbrobriosa.

Lorenzo che dichiara:”Per poco Rossi non mi fa cadere alla seconda curva.” – Caro Jorge, io ti rispetto, come ho sempre fatto e come faccio con tutti i piloti, ma perché devi dare la colpa a Valentino, quando lui stesso non l’ha data a nessuno, e tanto meno Spies, che ci ha rimesso più di te?!?! Per salvare la faccia dai tifosi di Vale (o comunque, per me, in generale), bastava non dicessi quella frase ma un semplice “…ho avuto un mini contatto con Vale, sono cose che capitano in gara.”

Si parla di accorciare i punteggi. Ma accorciare cosa che l’anno prossimo si avranno più moto sullo schieramento?! Meglio più moto che meno punti per pochi!!

Queste sono le mie opinioni…

STAY WITH ME!!!

 

VI|27

 
2 commenti

Pubblicato da su 03/10/2011 in Valentino Rossi - MotoGP

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Aragon 2011: lettura personale.

Vorrei fare (se me lo consentite) una mia lettura personale del GP di Aragon, svoltosi domenica 18 settembre. Vi premetto che tutto ciò è quello che PENSO IO!!!

Gara: NOIOSA, distacchi abissali. Le uniche note positive sono state le battaglie di Simoncelli con Lorenzo e Spies e la rimonta di Valentino.

Stoner: FENOMENO, c’è poco da dire e da fare. Starà simpatico o no ma non si può negare il suo talento. Guardarlo guidare è un apoteosi del motociclismo, ogni curva ti fa esclamare:”Oooooooohhhhhh la Madonna, guarda come ha fatto quella curva li!!!”, anche se è il penultimo giro e per 20 giri, sempre alla stessa curva, hai esclamato questa frase. Centra la centesima vittoria della Honda Repsol. “Ammazza” corse si, ma fino ad un certo punto, perché è vero che scappa in solitudine, ma a vederlo guidare, è sempre una goduria pazzesca! E dicono che usa molto l’elettronica, MAH, io dico che è un gran manico.

Pedrosa: SPINA NEL FIANCO, premetto che io non lo sopporto, ma caratterialmente. Non nego affatto le sue doti velocistiche (come non le nego a nessuno, nemmeno ad Elias!!!). Spina nel fianco si, ma per Dovizioso e Lorenzo. Per il primo in quanto l’anno prossimo emigrerà da Cecchinello anche se, per ora, è davanti a “Camomillo” in campionato. Per il secondo perché comunque gli toglie ulteriori 4 punti per la rincorsa (e c’è da correre forte per prenderlo) a Stoner. Fa gara a sé, conclude a 8″ da Casey, troppo per uno con la stessa moto. Troppo per uno che è dal 2006 che corre con la Honda Repsol e non ha ancora vinto un mondiale.

Dovizioso: SV, come giudicarlo?! L’unica cosa che mi viene da dire è che la carena celebrativa della Repsol gli facesse così pena che ha preferito strisciarla a terra piuttosto che concluderci la gara. E sinceramente lo capisco!!

Simoncelli: LEONE, non molla!!! Spinge forte fino a prendere e superare Spies, fino a prendere e superare Lorenzo, fino a mettere un piede sul podio. Poi la sua amica Bridgestone decide di abbandonarlo e, complice un dritto, finisce dietro ad entrambi i piloti Yamaha. Si incaronisce e supera di nuovo Spies ma purtroppo per lui, non Lorenzo. Comunque è consapevole di essere tra i grandi. Pesasse un filo meno e fosse un filo più basso……………………….

Spies: SCUDIERO, fino ad un certo punto. Bravo compagno di squadra, scomodo ma non più di tanto. E’ un talento, non lo si può negare, ma sembra che certe volte abbia coglioni e contro coglioni, altre volte sembra debba chiudere la gara per volere della casa che gli fornisce la moto. Lo vorrei vedere incarognito a palla dal primo all’ultimo giro (gomme permettendo ovviamente), stile Assen ecco.

Lorenzo: CAMPIONE DEL MONDO. Non lo si può negare nemmeno a lui che sia un fenomeno. Prove orribili. Qualifiche orribili. Per stessa ammissione di Stoner:”…pensavo di recuperargli più punti per come si erano messe le cose.”. Lui ce la mette tutta, fa vedere che il numero 1 sulla carena non è “un semplice adesivo” come l’ha definito lui, ma che se l’è meritato, e comunque non ce l’ha per niente sulla carena. Ormai consapevole di dover cedere proprio quell’adesivo (non con le lettere JL) a Casey Stoner, non ci crede più nel mondiale, ma lui la sua gara la fa sempre, e soprattutto mette sempre in scena una seconda metà di gara da paura.

Hayden: CHE DIRE?! Partenza a fuoco e fiamme, quinto. Poi sesto. Settimo. Ottavo. Settimo. L’anno scorso era arrivato terzo, ora settimo. Oltre al calo delle gomme, come si spiegano queste 4 posizioni in più? Mah.

Rossi: IL BELLO, IL BRUTTO E IL CATTIVO. Tutti e tre, potrebbe essere l’assoluto protagonista dell’omonimo film. Il bello perché decide di partire dai box, 10 secondi dopo tutti, per sviluppare la moto e rimonta, rimonta fino a prendere Capirossi ed Elias (ok, non ci vuole molto), Edwards, DePuniet, Aoyama, Crutchlow. Sembra potersene andare a prendere anche Barbera, Bautista ed Hayden ma la sua rincorsa si ferma dietro anche a Crutchlow, dato il calo delle gomme. Almeno qualche sorpasso il buon caro Vale ce l’ha fatto vedere. Il brutto perché è proprio brutto e deprimente vederlo sorpassare per arrivare decimo. E’ proprio brutto sentirgli dire che è deluso e arrabbiato. E’ proprio brutto sentire che “…le modifiche che facciamo non vanno, non sto bene sulla moto.”. Io vorrei rivederti la davanti, e sono sicuro che ti rivedrò, ma spero anche abbastanza presto. In fine, il cattivo, perché dalle dichiarazioni sembra tutt’altro che felice. Anche il buon Paolone Beltramo esordisce con:”Vale, io ormai non so più cosa chiederti, perché bene o male le domande sono sempre quelle.”. Che dire?! Solo che io personalmente credo in te, e credo che tornerai la davanti. Credo e spero. Dai Vale!!!

Bautista: HA BA(U)TUTO GLI ALTRI. Perdonatemi il gioco di parole. Mi viene da dire solo una cosa: Ha la Suzuki, cosa farebbe con un’altra moto?????????

DePuniet: GRIGLIATO. Fuoco e fiamme in prova, addirittura terzo. Cenere in gara. Spero per lui abbia fatto fuoco e fiamme con la sua fidanzata (Lauren Vickers) nel post gara.

Capirossi: CORNUTO E MAZZIATO. Oltre all’enorme dispiacere del ritiro e agli inquadrabili tempi in pista, tira giù l’incolpevole Elias e si rompe pure una costola. Salterà Motegi. Dispiace vederlo così.

Livrea Honda Repsol: INGUARDABILE, ORRENDA, SCHIFOSA. Vedi alla voce DOVIZIOSO, di cui sopra. Come recita la Gazzetta:”roba da bambino nemmeno tanto bravo in disegno. Invece si trattava di David Delfin, un famoso (?) stilista spagnolo che sicuramente non passerà alla storia del motociclismo.”. Come dargli torto?! Un bambino dell’asilo sicuramente la disegnava meglio. Meglio fare un concorso stile Valencia 2003 e premiare dei giovani designer o comunque appassionati di motociclismo piuttosto che far disegnare una livrea obbrobriosa ad uno “stilista”. Se è contenta la Repsol……………

 

Photo: GIGI SOLDANO

 

_GIS7134

 

 

 

 

 

_GIS7001

0944_R14_Rossi_Start

_GIS5689

_GIS7344

_GIS7072

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 19/09/2011 in Valentino Rossi - MotoGP

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Autografi. Signatures.

Post “celebrativo” delle mie conquiste, di una firma che per molti è niente, ma per me è qualcosa. (altrimenti col cavolo che mi prendevo tutte le gomitate e spintoni che ho preso, e dato, a quelli di fianco a me!!)

 

PS: le diciture e le spiegazioni degli autografi sono rivolti alla foto sotto.

GUIDO MEDA, voce del motomondiale:

 

 

MARCO SIMONCELLI, campione del mondo 250 e pilota della MotoGP:

 

 

VALENTINO ROSSI, 9 volte campione del mondo:

 

 

Valentino Rossi (basso) e Guido Meda (alto):

 

 

TONI ELIAS, campione del mondo Moto2 e attuale pilota MotoGP:

 

 

ALDO DRUDI e il suo team, DRUDI PERFORMANCE, designer più famoso del motomondiale:

 

 

ALEX DEL PIERO (in alto a destra), SEBASTIAN GIOVINCO (in mezzo), ALBIN EKDAL (l’ultimo dei tre), calciatori:

 

 

MARCELLO LIPPI, ct della nazionale campione del mondo di calcio 2006:

 

 

TERESA MANNINO, comica di Zelig:

 

 

ALDO, GIOVANNI E GIACOMO, comici:

 

 

PAOLO CEVOLI, comico di Zelig;

 

 

Tra gli altri, vi cito solo i nomi in quanto dovrei cercarli ed onestamente non saprei dove:

  • CARL FOGARTY (con dedica), per 4 volte iridato in SuperBike con Ducati;
  • LORIS CAPIROSSI, pilota MotoGP, iridato 125 e 2 volte iridato 250;
  • FABIO CANNAVARO, calciatore;
  • GIGI BUFFON, calciatore;
  • LILIAN THURAM, calciatore;
Nel caso li dovessi trovare, non mancherò a postarvi le foto sempre in questo articolo.
STAY WITH ME!!!
VI|27
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 13/09/2011 in VI|27

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

MOTOGWEEK Misano: Programma.

E’ diventato un appuntamento imperdibile dell’estate in Riviera. Anche quest’anno torna puntuale MotoGweek in collaborazione con Blauer USA, la quinta edizione della rassegna che apre ufficialmente la settimana del GP Aperol San Marino-Riviera di Rimini 2011.

Motogweek, evento unico in Europa, ideato da Eurocommunication e realizzato in partnership con la FIM, Dorna Sport, la Segreteria di Stato per il Turismo e lo Sport della Repubblica di San Marino, la Provincia di Rimini ed il Misano World Circuit, si svolgerà dal 31 agosto al 4 settembre con alcune interessanti novità. Cinque giorni di esposizioni, mostre, sfilate di bellezza, media events, esibizioni di kart con i piloti della MotoGp, talk show e ancora spettacolari gare di speedway e short track, saranno seguite dai tanti appassionati presenti in Riviera e nella Repubblica di San Marino per godersi il lungo ed eccitante week-end del Misano World Circuit.

Novità assoluta della edizione 2011 di Motogweek sarà la DRUDI PERFORMANCE MOTOGP TEAMS’ GALLERY. Dopo il successo della “MotoGParade” dell’ultima edizione di MotoGweek, sarà sempre la centralissima viale Ceccarini di Riccione ad ospitare quest’anno una suggestiva mostra itinerante con le migliori creazioni del designer più famoso del motomondiale. Aldo Drudi, l’inventore del “Valentino Style”, metterà in esposizione su alcune teche le più belle livree realizzate dalla sua mano artistica presenti su moto, caschi e tute dei protagonisti del motomondiale. La mostra potrà essere visitata 24 ore su 24 dal 31 agosto, fino al 4 settembre.

Sarà sempre “CASA MOTOGP” il fulcro della manifestazione. Nella piazza della Libertà di San Marino, allestita per il terzo anno consecutivo la “casa base” di MotoGweek, uno spazio che ospiterà l’esposizione delle show bike più rappresentative del motomondiale e soprattutto un punto di riferimento per i tifosi che si divideranno in quei giorni tra i paddock di Misano e gli eventi collaterali di MotoGweek. Aperta dal 31 agosto al 4 settembre, Casa MotoGp vedrà coinvolti i piloti del Motomondiale, gli addetti ai lavori, i team manager e i giornalisti accreditati. E oltre alle moto più amate del circuito, gli appassionati potranno gustarsi le monografie dedicate a grandi marchi del passato. Sempre in questo scenario, giovedì 1 settembre (dalle ore 11) sarà offerta ai tifosi una occasione unica: “KART MOTOGP PARADE – MEDIA EVENT” per vedere da vicino i campioni del motomondiale che sfileranno a bordo di alcuni kart percorrendo le vie del centro storico di San Marino per poi raggiungere Casa MotoGp, accolti dalle istituzioni e i giornalisti per il tradizionale taglio del nastro.

 

Da Riccione a San Marino, passando per Cattolica e Portoverde. Mercoledì 31 agosto, dalle 18, MotoGweek sbarca sulla spiaggia Altamarea Beach Village di Cattolica per un originale aperitivo in riva al mare in compagnia di bellissime ragazze che concorreranno per il titolo annuale di MISS MOTOSPRINT.

 

Il Piazzale Colombo di Portoverde sarà invece ancora il teatro che ospiterà l’edizione 2011 di DEDIKATO, un seguitissimo talk show che vedrà presenti gran parte dei piloti della MotoGP, tutti a celebrare il ricordo dell’indimenticato Dajiiro Kato, collega nipponico scomparso tragicamente nel 2003. La serata di sport, charity e spettacolo sarà condotta dal volto Mediaset Franco Bobbiese con special guests i Fichi d’India.

 

Sempre a Misano Adriatico, venerdì 2 e sabato 3 settembre, saranno protagoniste le “pazze” esibizioni di Speedway e Short Trackin un evento dal titolo MISANO 500: evoluzioni a bordo di motocross nell’area ovale in terra battuta realizzata appositamente nell’area spettacoli di Via Romagna in centro a Misano. Presenti i più importanti nomi a livello nazionale delle due discipline e alcuni ospiti a sorpresa.

 

Tornando a Riccione, venerdi 2 settembre, presso il centralissimo Piazzale Ceccarini, sarà la volta di un interessante talk show targato MotoGweek dal titolo“Riccione: dai circuiti cittadini ai gran premi di oggi”. Su un maxi schermo verranno proiettate alcune immagini rievocative delle gare d’epoca che si svolgevano sul lungomare di Riccione. Saranno inoltre consegnate delle targhe ricordo agli ospiti e a tutti gli ex piloti presenti a Riccione per il 40° Anniversario del “Circuito Motociclistico Perla Verde”.

MotoGweek è realizzato in collaborazione con Blauer USA. Media partners sono: Radio Deejay, Sport Mediaset e Motosprint.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 23/08/2011 in Valentino Rossi - MotoGP

 

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

DUCATISTI TRADIZIONALISTI = AMISH

Pre-articolo: Per sapere chi sono in breve, leggete di fianco alla mia firma in fondo, dopo aver letto tutto l’articolo!)

Mi viene in mente mio nonno quando gli dicevo che le medicine sono state una grande invenzione, hanno permesso di curare gente malata, e lui mi diceva:”Ah, balle! Noi per dormire abbiamo sempre preso la camomilla, non abbiamo bisogno di quelle pastiglie!”. O ancora:”Ah, balle! Abbiamo sempre fatto così, abbiamo sempre preso quella roba li, cosa vado a prendere una roba nuova?! No no no!!!”.

Poi rileggo certe frasi di presunti “Veri Ducatisti” (non voglio sindacare o star qui a parlare di cosa voglia dire “Veri”, perchè altrimenti tirerei su un polverone che nemmeno un tornado nel deserto tirerebbe su!!!) che dicono:”Ah, il telaio tradizionale? No no no, merda Valentino Rossi che lo vuole, la Ducati è sempre stata col telaio a traliccio, con l’airbox nelle competizioni e il motore portante, non cambieremo mica adesso eh?!”. E ancora:”Ah no no, quello la è un deficiente che non sa far andare la Ducati, la Ducati è sempre andata così!!”.

Per me queste mentalità filano troppo tra di loro, sono proprio uguali!!!

Questi “Veri Ducatisti” non vogliono delle presunte migliorie (presunte perchè non sono ancora state realizzate) solo perchè “SONO ABITUATI COSI'”, solo perchè “LA DUCATI E’ SEMPRE STATA COSI'”. E poi magari tra 2.000 anni proveranno la Ducati con delle modifiche “Giapponesi” e diranno:”Oh ma sai che la mia va proprio bene?! Non ha mica più quel problemino la eh!!”

Ma dubito, perchè chi ha messo il culo sul Ducati Cucciolo, avrà detto pregi e difetti, e i difetti sono stati migliorati!

Chi ha messo il culo sulla Ducati 1257cc e un motore quattro cilindri a 90° a V, avrà detto pregi e difetti, e i difetti sono stati migliorati.

Chi ha messo il culo sulla Ducati 750 Imola Desmo, avrà detto pregi e difetti, e i difetti sono stati migliorati.

La Ducati è bicilindrica, bene, perchè voi “Veri Ducatisti” non volete anche la Desmosedici da MotoGP bicilindrica? Se siete tradizionalisti li dovete essere fino in fondo!

Mi viene sempre più da paragonare i “Veri Ducatisti” agli Amish che, per chi non lo sapesse, sono una popolazione che vive come contadini e artigiani in campagne che tengono gelosamente libere dalle intrusioni della civilizzazione che possano intaccare i loro principi guida. L’elettricità non è ammessa, non esistono automobili, vestono fuori dal tempo, a partire da quando si sposano portano la barba ma non i baffi come chiede la Bibbia, nessuna donna porta gioielli e così via…. (Se vi interessa di più sugli Amish, cliccate qui!)

I “Veri Ducatisti”, quelli che odiano Valentino Rossi, odiano chiunque cerchi di migliorare la “loro” moto e si accontentano di un gregario che non sviluppa niente ma che, come dicono loro “..minima spesa massima resa” (massima resa dove se arriva sempre dietro?!).

E che, secondo me, sono contenti e parlano di Fenomeni solo quando uno di loro vince (Stoner perchè ha vinto il mondiale nel 2007, Bayliss perchè ha vinto 3 mondiali in SuperBike, Fogarty perchè ha vinto 4 titoli mondiali in SuperBike e tanti altri a cui io per primo rendo merito delle loro straordinarie imprese. Hanno vinto, non glielo si può negare, anzi!!) ma non parlano di “Vero pilota Ducati” quando uno naviga un pò nella cacca (DePuniet, Capirossi 2011, Barbera, Haga e Fabrizio in SuperBike, Elias quando correva con Ducati e via..)

Per concludere, io non voglio fare la morale a nessuno, anzi, però vorrei far capire a certe persone che come loro vedono noi “Valentiniani” dei fanatici che non vedono oltre a Rossi, anche nel mondo Ducati c’è gente che non vede oltre Ducati. Penso che ci dovrebbero essere mille sfaccettature, e non 2 singole posizioni estremiste.

Penso che i “Veri Ducatisti” (intesi, come ho detto prima, come quelli che vedono SOLO Ducati e Ducati Tradizionale) siano “una popolazione che vive come contadini e artigiani in campagne che tengono gelosamente libere dalle intrusioni della civilizzazione che possano intaccare i loro principi guida.”, esattamente come gli Amish.

STAY WITH ME!!!

VI|27 (PS: HO UNA DUCATI della quale sono contentissimo E TIFO VALENTINO ROSSI per me il miglior pilota di sempre. Quindi, sono dentro a entrambe le compagini, Ducatisti e Valentiniani, con la differenza che mi reputo sportivo, che rendo merito a chi va reso merito e che non sparo mer*a al primo che si trova in difficoltà ma ci crede fino in fondo!!!)

 
 

Tag: , , , , , ,